Informativa Breve sui Cookies


Questo sito fa uso di cookie. Continuando la navigazione sul sito velabellano.it si acconsente all’utilizzo di cookie in conformità con la presente Cookie Policy. 
Se non si acconsente all’utilizzo dei cookie presenti in questo sito, occorre impostare il proprio browser in modo appropriato oppure non usare il sito velabellano.it.
I cookie utilizzati nel ns. sito tengono solo traccia delle visite, nessun dato personale viene memorizzato.

Coppa Manara 2014

35esima Edizione Coppa Manara

 

Un bellissimo fine settimana per i Dinghy, ecco di seguito la cronaca di Henriette Peona Majnoni d'Intignano.

 

 

35° Coppa Manara – 13-14 settembre 2014 - Circolo Vela Bellano


Durante un fine settimana finalmente con tempo estivo, sole, cielo azzurro e temperatura  adatta alla stagione, si è svolto nelle acque prospicenti il Cirolo Vela Bellano la 35° Coppa Manara riservata ai Dinghy 12’. 14 imbarcazioni in acqua, di cui 3 in legno (1 moderno e 2 d’epoca con oltre 40 anni d’età).
Questa regata contava anche come quarta prova del campionato Laghi Prealpini e con la Coppa Corenno svoltasi il 30-31 agosto selezionava il vincitore della prima edizione del Trofeo Challange del Golfo (con Golfo  si intende lo spazio acqueo tra le punte di Dervio e di Bellano sul Lago di Como).

 

 


Erano previste 5 prove e 5 prove si sono svolte sotto l’attenta regia del Comitato di Regata guidato da Fernado del Parigi, ben coadiuvato da Augusto Genesio e Henriette Peona.
Sabato una Breva, vento da sud, piuttosto sostenuta (13-14 nodi con alcune raffiche che però non hanno mai superato i 16 nodi) ha permesso di effettuare le tre prove previste con un piccolo aggiustamento del campo per la terza prova che ha anche permesso ai regatanti di tirare il fiato prima dell’ultimo sforzo di una giornata abbastanza faticosa.
Il Commodoro Falzotti (CVBellano) è stato il primo a dare forfait ritirandosi alla prima prova durante il bordo di poppa;  forse il passaggio in vicinanza del Circolo lo ha invogliato a scegliere le poltrone del medesimo piuttosto che la dura e scomoda falchetta del suo Rockmaster. Anhe Enrico Papa (Tevere Remo) ha dovuto ritirarsi per problemi all’attrezzatura poco dopo la partenza.
La prima prova è stata vinta da Luigi Gilli (C.N.Rapallo) davanti a Filippo La Scala (Savoia) che regatava in coppia con il figlio Giacomo, invidiato dagli altri concorrenti in quanto l’essere in due gli permetteva di tenere un assetto perfetto per le condizioni di lago e vento. Terzo Riccardo Pallavidini (S.C. Garda Salò).
La seconda prova è stata abbatanza movimentata. Andrea Inzani (LNI La Spezia), che ha riportato in acqua il bellissimo Seagull, ha purtroppo scuffiato e come ben sanno i dinghisti una scuffia con barca in legno è un naufragio e si è così duramente guadagnata l’ultima posizione degli arrivati. Paolo Corbellini (UVMaccagno) si è visto sfilare sotto al naso la scotta e per rimettere tutto a posto ha dovuto ammainare la vela perdendo posizioni. Mastalli(CVBellano) è finito sulla barra del timone spezzandola e alla fine della prova, dove era  comunque faticosamente arrivato ultimo,  è rientrato a terra per rimediare al danno.
La terza prova ha visto la vittoria di Riccardo Pallavidini e  il recupero di un concorrente, Papa finalmente ritornato in acqua dopo i problemi avuti all’inizio e un’ottima partenza di Mellera (CVB)  autore di ben 2 OCS nelle prove precedenti.
Al rientro i concorrenti hanno trovato una gustosa polenta accompagnata da stinco al forno per ricuperare le forze.
Un ulteriore recupero l’ha permesso la simpatica cena presso il ristorante Pesa Vegia dove si è anche potuto assistere ad una breve esibizione di Enrico Papa che ha recitato Montale con sottofondo musicale.
Domenica si sono svolte le ultime due prove, sempre tempo splendido e Breva più moderata 9-13 nodi.
Falzotti pur essendo sceso in acqua si è ritirato ben presto;  Mastalli pur avendo raccomodato il timone è stato vittima di una scuffia sull’ultimo lato di poppa che lo ha costretto al ritiro. Purtroppo durante questa prova a cinque minuti del passaggio dei primi concorrenti la boa di poppa ha preso la fuga essendosi rotto il canapo biodegradabile  e l’assistenza impegnata a soccorrere uno scuffiato non ha potuto sostistuire con prontezza e con una Mike la boa fuggitiva, l’ha fermata quando oramai era  andata a Nord sotto la linea di arrivo, si è quindi assistito ad un arrivo praticamente di bolina che ha visto vincitore Gilli davanti a Pallavidini e La Scala.
La terza prova non ha visto situazioni particolari e la vittoria è stata conquistata da Gilli davanti a Corbellini e Pallavidini.
La protesta annunciata all’arrivo non si è mai concretizzata e si sono concluse così due belle giornate di regate.
Alla premiazione, fatta da Marco Garrone presidente del Circolo Vela Bellano, sono quindi stati chiamati Gilli, primo,  Pallavidini, secondo, Filippo e Giacomo La Scala terzi, i vincitori hanno ricevuto strumenti di navigazione in ottone  di gusto retro. Sono stati premiati anche il primo dei Master, Renzo Santini ed il primo dei legni, Luciano Landi.
Alla fine della premiazione della 35° Coppa Manara, con la presenza anche di  Antonio Cozzoli presidente del Centro Vela Dervio,  si è tenuta la premiazione della neonata Coppa del Golfo vinta da Luigi Gilli. Pur non avendo partecipato alla Coppa Corenno, dove causa meteo sfavorevole si erano potute fare solo due prove invece delle cinque previste, grazie agli scarti ed ai buoni punteggi ottenuti a Bellano Gilli era finito pari punti con Santini che però non ha potuto niente contro i tre primi ed i due secondi totalizzati da Gilli nella Coppa Manara.
Dopo la premiazione si è svolto un piccolo rinfresco con torte e prosecco offerti dalla sottoscritta per festeggiare insieme agli amici dinghisti  il suo compleanno.

 

Henriette

 

Durante questa regata il talentuoso Francesco Soletti ha immortalato diversi istanti, ne trovate alcuni qui.

Se volete vedere la classifica, cliccate qui.

Granpavese

Chi c'è on line

Abbiamo 47 visitatori e nessun utente online