Informativa Breve sui Cookies


Questo sito fa uso di cookie. Continuando la navigazione sul sito velabellano.it si acconsente all’utilizzo di cookie in conformità con la presente Cookie Policy. 
Se non si acconsente all’utilizzo dei cookie presenti in questo sito, occorre impostare il proprio browser in modo appropriato oppure non usare il sito velabellano.it.
I cookie utilizzati nel ns. sito tengono solo traccia delle visite, nessun dato personale viene memorizzato.

Regolamento dei soci

Circolo Vela Bellano a.s.d.
Viale Tommaso Grossi - 23822 Bellano
Telefono e Fax: 0341-810039 - Base Nautica tel. 0341-810305
http:/www.velabellano.it - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
REGOLAMENTO
DISPOSIZIONI GENERALI
1) Le attrezzature di proprietà o in concessione al Circolo Vela Bellano sono utilizzabili
esclusivamente dai Soci ed eccezionalmente dai loro Ospiti (vedi punto 9).
2) I Soci dovranno mantenere un comportamento educato, civile e responsabile, in modo
tale da permettere una vita sociale serena e tranquilla.
3) I Soci, responsabili per danni recati a beni e attrezzature Sociali ed ai beni di proprietà
dei soci (barche e attrezzature), nonché responsabili di deteriorare l’immagine del
Circolo con atteggiamenti, azioni e comportamenti verso altri soci e terzi, oppure
responsabili di azioni atte ad intralciare una regolare gestione del Circolo per
l’attuazione delle attività previste dallo statuto, oltre ad essere passibili di
provvedimenti disciplinari (come previsto dallo Statuto), sono tenuti (per i danni
materiali) al risarcimento dei medesimi nella misura fissata dal Consiglio Direttivo.
4) Il Socio dovrà attenersi scrupolosamente alle disposizioni del Consiglio Direttivo per
quanto riguarda gli orari di utilizzo dei vari servizi ed attività. In particolare i Soci
usciti in vela dovranno rientrare alla Base Nautica almeno un’ora prima dell’orario di
chiusura. L’orario di apertura e chiusura del Circolo, degli impianti, dei servizi e degli
uffici, verrà determinato dal Consiglio Direttivo a seconda delle stagioni. L’attività
nautica verrà svolta dal Socio nel modo e nelle condizioni che riterrà più opportune e il
Socio dovrà valutare in particolare che le condizioni, che affronterà nello svolgere le
stesse, siano consone alle sue capacità nel rispetto delle leggi e delle norme di
sicurezza.
5) Il Circolo declina ogni responsabilità per qualsiasi danno che i Soci possano subire o
arrecare a terzi sia a terra che in acqua. Il Circolo non assume responsabilità alcuna su
quanto, di proprietà dei Soci, e depositato nei locali della Sede Sociale, nella Base
Nautica e negli spazi esterni di pertinenza del Circolo stesso, siano indumenti, oggetti
sportivi, valori o imbarcazioni o attrezzature. L'ormeggio delle imbarcazione alle boe è
di esclusiva responsabilità del proprietario, il quale è tenuto ad utilizzare proprie ed
adeguate cime di ormeggio ed a mantenerne l'efficienza.
Saranno a carico del socio gli eventuali danni o responsabilità derivanti
dall'inosservanza di quanto sopra.
Il dislocamento delle imbarcazioni dei soci non potrà essere di peso superiore alla
portata ammessa dalla gru.
2
6) E’ vietato introdurre cani o altri animali all’interno della Sede Sociale. All’interno
della Base Nautica possono essere introdotti, sotto completa responsabilità del Socio
accompagnatore, i cani, purché a guinzaglio e comunque non nelle zone attrezzate a
prato; eventuali escrementi dovranno essere rimossi dall’accompagnatore.
7) Ogni eventuale rilievo nei confronti del personale del CVB (Custode Base Nautica,
Istruttore Scuola Vela, Segreteria) non dovrà essere fatto direttamente, ma al Consiglio
Direttivo o al Responsabile del Settore Attività.
8) E’ rigorosamente proibito qualsiasi gioco d’azzardo.
9) La facoltà di invitare ospiti ha carattere di eccezione. Il Socio accompagnatore è
garante del comportamento delle persone invitate e a far rispettare dall’ospite stesso il
presente regolamento ed assume la responsabilità delle azioni di quest’ultimo durante
la sua permanenza in Sede o alla Base Nautica.
10) Le imbarcazioni sociali sono utilizzabili solo dai Soci che diano una sufficiente
garanzia di perizia nel condurre imbarcazioni del tipo disponibile. Il Socio sarà
responsabile delle attrezzature e dell’imbarcazione stessa, durante il suo utilizzo e
dopo l’uso dovrà riporla con la massima perizia e notificare al responsabile del settore
Flotta e Materiali (o in sua assenza al custode della Base Nautica) le eventuali carenze
o rotture riscontrate sul mezzo. In particolare l’uso dei mezzi sociali nautici a motore è
riservato alle seguenti attività:
- assistenza agli allenamenti, scuola di vela, assistenza alle regate veliche, assistenza
ai trasferimenti per la partecipazione alle regate (solo eccezionalmente).
In tutti i casi l’uso dei mezzi nautici (vela o motore) per la scuola deve essere
autorizzata dal responsabile del settore o dall’istruttore della scuola di vela. L’uso dei
mezzi a motore deve essere autorizzato dal responsabile del settore, o in sua assenza,
da un suo delegato o da altro consigliere
11) L’utilizzo dell’automezzo della scuola vela deve essere autorizzato dal responsabile
del settore Scuola Vela; per ogni movimentazione deve essere compilato un rapporto
di viaggio che evidenzi chilometraggio iniziale e finale.
A bordo deve essere tenuta una carta carburante che alla fine di ogni mese deve essere
restituita completa degli acquisti di carburante e dei chilometraggi iniziali e finali.
L’uso diverso di quanto sopra esposto è proibito.
12) Ai giovani di età inferiore ai 15 anni è consentito l’utilizzo delle attrezzature sociali
solo se sono regolarmente iscritti al CVB o se ospiti, ma a condizione che siano
accompagnati da un Socio addetto che se ne assuma la responsabilità.
13) Lavori a terra di piccola manutenzione alle imbarcazioni possono essere eseguiti solo
da Soci su natanti di proprietà dei Soci, in regola con il pagamento delle quote sociali.
E' escluso l'uso di levigatrici o verniciature a spruzzo nel periodo dal 15 aprile al 15
ottobre.
3
Le imbarcazioni posizionate alle boe non potranno essere parcheggiate a terra se non
per casi particolari, ma comunque non vi potranno rimanere più di una settimana (vedi
quote sociali - allegato e parte integrante della presente).
14) Il corretto funzionamento della Base Nautica è affidato al Responsabile della stessa. Al
Custode compete:
a) aprire e chiudere la Base mattina e sera:
b) gestire i vari e alaggi a mezzo gru nel rispetto delle norme di sicurezza;
c) far posizionare correttamente nelle aree prestabilite e nelle boe assegnate le
imbarcazioni e il materiale accessorio;
d) controllare che i cartellini di individuazione delle imbarcazioni, dei carrelli
stradali, delle invasature, siano apposti;
e) i Soci sono tenuti a informare lo stesso, al momento dell’uscita in acqua, circa le
intenzioni in merito all’orario di rientro ed alle possibile rotte che intendono
percorrere;
f) qualora l’imbarcazione del socio è dotata di radio-ricetrasmittente il Socio è tenuto
a tenerla accesa anche in funzione di eventuali necessità che per emergenza gli
venissero richieste.
15)QUOTE SOCIALI
Il Socio è tenuto al puntuale pagamento delle quote associative valevoli dal 1 gennaio
al 31 dicembre (anno solare). Il ritardato o mancato pagamento della quota associativa
o parte di essa è regolato da quanto descritto più sotto nella sezione Penalità. Il Socio
che desidera dimettersi dal CVB, deve darne comunicazione scritta, entro novembre;
in caso contrario viene considerato moroso per l’anno successivo.
16) SERVIZI FORNITI AI SOCI
Armadietti o Gabbie
Sono concessi in uso, su richiesta del Socio, dalla segreteria del CVB, in base alle
disponibilità del momento. Sarà cura del Socio provvedere alla loro chiusura, con un
lucchetto di sua proprietà. In caso di emergenza o morosità, il CVB potrà procedere
all’apertura forzata dell’armadietto o della gabbie. La concessione è automaticamente
rinnovabile con il pagamento della quota associativa annuale.
Diritto di Guidone
La prima volta, è concesso dal Consiglio Direttivo su domanda scritta del Socio
richiedente secondo le modalità più avanti riportate. E’ automaticamente rinnovabile
con la quota associativa annuale. Dà diritto al Socio di occupare una boa o uno spazio
delimitato all’interno della Base Nautica; non è cedibile in nessun caso (è titolare del
diritto il Socio e non l’imbarcazione).
La localizzazione dello spazio barca e della boa possono variare in funzione delle
esigenze del Circolo. Ogni sostituzione di imbarcazione deve essere segnalata alla
Segreteria, e nel caso di sostituzione con altra imbarcazione più grande, dovrà essere
preventivamente autorizzata dal Consiglio Direttivo. Ogni imbarcazione deve aver
apposto in modo ben visibile (sullo specchio di poppa se possibile) il numero di
4
contrassegno relativo all’ultimo censimento effettuato. L’imbarcazione priva di
contrassegno verrà considerata a tutti gli effetti morosa.
Una eventuale seconda boa o secondo posto barca dovrà essere richiesto e concesso
solo dal Consiglio Direttivo. Il servizio di accompagnamento alle boe è subordinato alla
disponibilità di imbarcazioni destinate a tale scopo che sono da impiegare
prioritariamente per l'assistenza alle regate ed alla scuola vela. Il CVB per le
imbarcazioni in regola con le quote sociali ma che per periodi molto lunghi non
vengono utilizzate dal proprietario, si riserva il diritto di smontare e depositare su
castello tali imbarcazioni, oppure di spostarle in aree diverse da quelle della Base
Nautica e di richiedere al proprietario la rimozione. Tutte le spese conseguenti a quanto
precisato sono a carico del socio.
Per le imbarcazioni morose il CVB si riserva il diritto di rimuoverle dal Circolo e
depositarle in luoghi di fortuna; il proprietario per poter prelevare la propria
imbarcazione, dovrà in precedenza aver sistemato tutti gli aspetti economici relativi,
esclusivamente in segreteria. Il custode della Base Nautica non può consegnare al socio
moroso né l’imbarcazione né altri oggetti, se non dopo benestare della segreteria.
Rimorchi Stradali o Invasature
I rimorchi e le invasature vuote non possono, nel modo più assoluto, essere
parcheggiate nell'area del Circolo.
Contributi di Primo Ingresso
Alla prima concessione del diritto di guidone il Socio è tenuto a versare il
contributo di primo ingresso. Sono esentati dal versamento di questo contributo:
- chi ha già pagato una volta il contributo di primo ingresso;
- i Soci iscritti al Circolo continuativamente da almeno sette anni;
- Il socio minorenne (cadetto o Juniores) familiare di un Socio che è titolare di
diritto di guidone per l'anno in corso.
Modalità di concessione del Diritto di Guidone – Lista di Attesa
Il Socio che desidera tenere una barca presso la Base Nautica del Circolo, anche se
già in possesso di altra barca presso il Circolo, deve presentare domanda al Consiglio
Direttivo. Il Consiglio Direttivo deciderà quali domande di Soci accettare secondo le
disponibilità di spazi barca nella Base Nautica o alle boe e l’ordine cronologico della
presentazione della richiesta. In deroga a questi criteri varranno inizialmente solo
considerazioni di ordine Sportivo e Sociale.
Le richieste hanno validità per l’anno solare in cui sono presentate e pertanto
dovranno essere riconfermate all’atto del rinnovo della quota sociale.
Non potranno essere ospitate più di due imbarcazioni per ciascun socio titolare di
quota intera.
5
Deposito Invernale
E’ previsto questo servizio per il periodo Novembre – Dicembre – Gennaio –
Febbraio – Marzo. Non è richiesto il contributo di primo ingresso, ma l’iscrizione al
CVB del proprietario: questo servizio è regolato dal Consiglio Direttivo.
17) PENALITA’
Il Socio che versa in anticipo la propria quota di rinnovo associativo, può godere di
uno sconto, variabile in funzione dell’anticipazione, e definito annualmente dal
Consiglio Direttivo.
Il Socio che si è dimesso, ovvero è decaduto per morosità o per decisione del
Consiglio Direttivo, è tenuto a liberare eventuali armadietti e spazi barca assegnati.
Nel caso che il Socio dimissionato non ottemperi a questa norma entro 30 giorni dalla
data di notifica di decadenza da Socio e, nel caso di dimissioni, entro il 28 febbraio
dell’anno in corso, il Circolo Vela potrà liberare d’ufficio i beni assegnati. In questo
caso il materiali di proprietà dell’ex Socio verrà collocato in un’area apposita
(compresi eventuali indumenti custoditi in armadietti) e il proprietario sarà tenuto a
rimborsare al Circolo Vela le spese sostenute per l’operazione e a regolarizzare le
eventuali quote Sociali non versate comprese le penali previste. L’imbarcazione priva
di contrassegno verrà considerata a tutti gli effetti morosa.
18) Eventuali contestazioni o ‘esame di casi non descritti in questo regolamento, saranno
esaminati di volta in volta in Consiglio Direttivo.
19) E' fatto divieto ai soci di effettuare in proprio ed a titolo oneroso, corsi teorici o pratici
di conduzione di imbarcazioni sia a vela che a motore presso la sede, la base nautica, o
gli spazi di competenza del Circolo anche se con proprie imbarcazioni:
Specifici accordi in materia, in deroga a quanto sopra, potranno essere presi
esclusivamente con espressa delibera del Circolo Vela Bellano.
Questo regolamento è stato approvato dall'Assemblea Straordinaria del 09.02.2002
E’ stato modificato (art. 2 e art. 3) nell’Assemblea Ordinaria del 27.02.2010

Granpavese

Chi c'è on line

Abbiamo 31 visitatori e nessun utente online